Home map of GH site
Benvenuto! >> login

"International Fund for Advanced Research in Allergy and Immunology - ONLUS"
(Fondo Internazionale per la Ricerca Avanzata in Allergologia ed Immunologia)

"I.F.A.R.A.I. - ONLUS"



STATUTO
Titolo I - Disposizioni generali

Art. 1
(Denominazione e sede)


  • È costituita un'Associazione avente le caratteristiche di organizzazione non lucrativa di utilità sociale, denominata " International Fund for Advanced Research in Allergy and Immunology - ONLUS" (Fondo Internazionale per la Ricerca Avanzata in Allergologia ed Immunologia), il cui acronimo È "I.F.A.R.A.I. - ONLUS", di seguito in breve anche "Associazione".
  • l'Organizzazione ha sede in Latina, via Malipiero, n. 28.
  • La sede può essere trasferita, a seguito delibera del Consiglio Direttivo, nell'ambito della stessa città o in altre città dove il C.D. ritenga opportuno.


Art. 2
(Statuto e regolamento)


  • L'Associazione È regolata dall'osservanza del presente statuto ed agisce nei limiti della legge n. 266 del 1991, delle leggi regionali, statali e dei principi generali dell'ordinamento giuridico.
  • L'assemblea delibera il regolamento di esecuzione dello statuto negli aspetti relativi all'organizzazione ed alle attività dell'Associazione.


Art. 3
(Modifica dello statuto)


  • Il presente statuto può essere modificato esclusivamente con deliberazione della assemblea, su iniziativa del Consiglio Direttivo o su richiesta di almeno due terzi dei soci aventi diritto di voto.

Titolo II - Finalità dell'Associazione
Art. 4
(Finalità, principi ispiratori)


  • L'Associazione non ha fini di lucro ed intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale, operando nei settori dell'Assistenza sociale e sociosanitaria, dell'Istruzione e della Formazione.
  • Scopo dell'Associazione È apportare, direttamente od indirettamente nell'ambito della cultura della solidarietà e dell'utilità sociale, benefici alle persone affette da patologie allergiche od immuno-mediate, data la sempre più crescente diffusione di queste tra la popolazione generale, con le seguenti modalità:
    • favorendo la ricerca clinica, di base e traslazionale in campo allergologico ed immunologico al fine di migliorare le conoscenze scientifiche utilizzabili per la prevenzione, diagnosi e cura delle malattie allergiche ed immuno-mediate;
    • provvedendo al sostegno finanziario della ricerca scientifica in ambito allergologico ed immunologico mediante il finanziamento di progetti di ricerca e di borse di studio;
    • supportando le attività di ricerca nelle aeree geografiche nazionali ed internazionali dove a fronte della presenza di importanti risorse umane non siano disponibili finanziamenti sufficienti per le loro attività di assistenza e ricerca;
    • promuovendo la formazione e la ricerca avanzata nel settore di interesse attraverso l'uso delle più moderne tecnologie. Queste comprenderanno le biotecnologie, le micro- e nano-tecnologie, e l'information technology;
    • promuovendo la sensibilizzazione e l'impegno per il diritto alla salute e al miglioramento della qualità della vita delle persone affette da disturbi allergici, attraverso le indicazioni di pratiche di comportamento atte alla prevenzione delle suddette patologie.
  • I contenuti e la struttura dell'Associazione sono ispirati a principi di solidarietà, trasparenza e democrazia al fine di consentire la partecipazione effettiva degli aderenti alla vita dell'Associazione stessa.


Art. 5
(Progetti)


L'Associazione, per il perseguimento delle finalità di cui all'art. 4, si propone di supportare e realizzare progetti specifici quali:
  • Identificazione, caratterizzazione e uso di nuove strutture allergeniche / antigeniche mediante studi di genomica e proteomica.
  • Studio dei meccanismi biologici ed immunologici alla base delle patologie di interesse dell'Associazione.
  • Sviluppo di sistemi di diagnostica avanzata basata su biochip o similari, da utilizzare nelle attività di prevenzione e diagnosi precoce delle patologie di interesse.
  • Creazioni di reti informatiche, banche dati, piattaforme dinamiche utili alla acquisizione dei dati generati dagli strumenti definiti nei punti a, b e c. Tali risorse saranno finalizzate alla condivisione libera delle informazioni e dati generati da Centri di ricerca clinica e di base a livello mondiale, e saranno a disposizione dei pazienti affetti, delle autorità sanitarie nazionali ed internazionali, delle associazioni scientifiche e professionali, degli operatori della ricerca e dell'assistenza clinica.
  • Sviluppo di nuovi strumenti di intervento per la prevenzione dello sviluppo delle patologie di interesse, e creazione di strumenti terapeutici innovativi.


Art. 6
(Strumenti attuativi)


Gli strumenti attuativi degli scopi suddetti saranno:
  • Finanziamento di corsi di base, di aggiornamento e perfezionamento presso istituzioni nazionali e internazionali.
  • Creazione di strumenti e attività di formazione e supporto alle persone coinvolte nelle attività di assistenza e ricerca, attraverso l'erogazione di finanziamenti per borse di studio, contratti a termine finalizzati, ed in generale qualsiasi strumento volto a supportare il percorso formativo del personale coinvolto nell'assistenza e ricerca sulle malattie di interesse.
  • Creazione e supporto tecnico/logistico/finanziario di gruppi, centri di collaborazione, reti di lavoro, cooperative di lavoro, dedicati in modo specifico agli oggetti di interesse dell'Associazione.
  • Erogazione di finanziamenti volti all'acquisto di beni strumentali per i Centri di assistenza e ricerca sulle malattie di interesse.
  • Creazione di Centri di ricerca, autonomi o coordinati con Istituzioni ed Enti già attivi nel settore, sia attraverso la fornitura di personale formato sia attraverso l'acquisizione di beni immobili da dedicare agli scopi dell'Associazione
  • Consulenza scientifica rivolta sia a singole persone che a organizzazioni pubbliche e private che a qualunque titolo la richiedano, in collaborazione con Società Scientifiche, Enti pubblici e privati a carattere di ricerca o assistenziale.
  • Collaborazione e scambio di conoscenze con organi preposti alla salvaguardia della salute della popolazione come ad esempio Ministero della Salute, Regioni e Aziende Sanitarie, Istituti di Eccellenza etc.
  • Istituzione di strumenti formativi di vario genere diretti allo stimolo della classe medica e dei settori di assistenza sociale e socio-sanitaria, per un miglioramento delle conoscenze e delle tecniche per la prevenzione, la diagnosi precoce e le cure, relativamente alle patologie suddette, anche attraverso corsi di formazione e di aggiornamento.
  • Svolgimento di ogni altra attività volta a conseguire gli scopi sociali.


Art. 7
(Ambiti di diffusione)


Tale attività di promozione si intende rivolta a potenziali fruitori sia in ambito territoriale nazionale sia internazionale, a condizione che questi perseguano le finalità dell'Associazione, che si pone come entità trans-nazionale.
L'Associazione si impegna a promuovere la diffusione delle proprie attività mediante:
  • Distribuzione di materiali informativi, illustrativi sia in formato cartaceo sia attraverso gli strumenti di information technology.
  • Informazione diretta al mondo scientifico, alle autorità politiche o amministrative, ai mass media, al pubblico in genere sui progressi della ricerca nel settore di interesse dell'Associazione.
  • Partecipazione e promozione di conferenze, incontri, eventi e spettacoli finalizzati alla raccolta fondi.
  • Svolgimento e sostegno di studi sull'argomento, organizzazione di convegni e congressi.
  • ergologico ed immunologico mediante il finanziamento di progetti di ricerca e di borse di studio;
  • supportando le attività di ricerca nelle aeree geografiche nazionali ed internazionali dove a fronte della presenza di importanti risorse umane non siano disponibili finanziamenti sufficienti per le loro attività di assistenza e ricerca;
  • promuovendo la formazione e la ricerca avanzata nel settore di interesse attraverso l'uso delle più moderne tecnologie. Queste comprenderanno le biotecnologie, le micro- e nano-tecnologie, e l'information technology;
  • promuovendo la sensibilizzazione e l'impegno per il diritto alla salute e al miglioramento della qualità della vita delle persone affette da disturbi allergici, attraverso le indicazioni di pratiche di comportamento atte alla prevenzione delle suddette patologie.
  • I contenuti e la struttura dell'Associazione sono ispirati a principi di solidarietà, trasparenza e democrazia al fine di consentire la partecipazione effettiva degli aderenti alla vita dell'Associazione stessa.

  • Art. 8
    (Mezzi finanziari)


    L'Associazione trae i mezzi necessari allo svolgimento della propria attività da:
    • Quote associative versate dai Soci stabilite dal Consiglio Direttivo.
    • Contributi straordinari degli associati stabiliti dall'Assemblea.
    • Proventi delle iniziative deliberate dagli organi direttivi, ivi comprese le raccolte di fondi effettuate anche in occasione di iniziative di sensibilizzazione nazionali o locali.
    • Elargizioni, contributi, fondi e sovvenzioni dell'Unione Europea, dello Stato, di Istituzioni o di Enti pubblici, nazionali o esteri.
    • Sovvenzioni e contributi di privati, singoli o istituzionali, nazionali o esteri.
    • Entrate derivanti da attività istituzionali o direttamente connesse.
    • Elargizioni volontarie in denaro, donazioni e lasciti offerti tanto da Soci quanto da terzi, anche in sede testamentaria, pervenuti all'Associazione a qualunque titolo.
    Sono espressamente esclusi i proventi di qualsiasi natura, finanziaria e non, da parte di qualsiasi soggetto, pubblico o privato, il cui operato possa pregiudicare le finalità dell'Associazione, ovvero si trovi in situazione di conflitto di interesse e di non trasparenza con essa o abbia caratteristiche difformi dallo spirito e dagli scopi dell'Associazione.



    Art. 8 Bis
    (Impiego dei mezzi finanziari)


    • Il Consiglio Direttivo, sentito il parere vincolante del Direttore Scientifico, delibera l'utilizzo dei mezzi finanziari per la realizzazione dello scopo sociale, verso soggetti pubblici o privati, inclusi altre ONLUS, società cooperative e in generale aggregazioni senza fini di lucro.
    • E' espressamente esclusa la destinazione e l'utilizzo dei mezzi finanziari verso soggetti pubblici o privati il cui operato possa pregiudicare le finalità dell'Associazione, ovvero si trovino in situazione di conflitto di interesse e di non trasparenza con essa o abbiano caratteristiche difformi dallo spirito e dagli scopi dell'Associazione.
    • E' vietata, durante la vita dell'Associazione, la distribuzione, anche in modo indiretto, di utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre Onlus che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura.

    Titolo III - I Soci
    Art. 9
    (Aderenti all'Associazione)


    • Sono aderenti dell'organizzazione tutte le persone che condividono le finalità, gli scopi e i principi dell'organizzazione, ne accettano lo Statuto e le disposizioni impartite dal Consiglio Direttivo.
    • I soci dell'Associazione possono assumere, su conforme delibera del Consiglio Direttivo, le seguenti qualifiche:
      • SOCI FONDATORI - sono tutti coloro che hanno firmato l'atto costitutivo dell'Associazione e che versano il contributo stabilito dal Consiglio per i Soci Ordinari all'atto di fondazione. I Soci Fondatori si rendono garanti del mantenimento degli scopi che l'Associazione si È data. Hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali.
      • SOCI ONORARI - sono tutti coloro cui venga attribuita tale qualifica dal Consiglio Direttivo. Con lo strumento della delibera, verranno chiamati in qualità di Soci Onorari, personalità particolarmente rappresentative nel campo specifico di interesse dell'Associazione o persone che, anche in campi diversi, si ritenga possano offrire un apporto significativo al conseguimento degli scopi istituzionali dell'Associazione. Hanno diritto di voto, non sono eleggibili alle cariche sociali.
      • SOCI ORDINARI - Soci Ordinari sono coloro che presentano richiesta di partecipazione alle iniziative dell'Associazione e versano la quota associativa stabilita dal Consiglio per i Soci Ordinari. Hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali.
      • SOCI AFFILIATI - Sono tutti i professionisti operanti nell'ambito della allergologia-immunologia o in discipline affini che ne facciano richiesta. E' loro diritto mantenere rapporti di scambio culturale e scientifico con l'Associazione. Non hanno diritto di voto e non sono eleggibili alle cariche sociali. La qualità di Socio Affiliato ha la durata di un anno ed È rinnovabile.
      • SOCI SOSTENITORI - sono tutti coloro che si sentono partecipi degli scopi dell'Associazione, ne apprezzano gli intenti e la sostengono finanziariamente con donazioni, sottoscrizioni o sovvenzioni di particolare rilievo. In questo caso la quota di adesione È libera e non inferiore a quella dei soci affiliati.
    • I Soci verseranno una quota annua non inferiore all'ammontare stabilito dal Consiglio Direttivo per ogni categoria. I Soci non assumono altra responsabilità oltre il versamento dell'importo delle rispettive quote. I Soci possono prestare la propria opera a favore delle iniziative promosse dall'Associazione per il raggiungimento degli scopi statutari in modo volontario e gratuito.
    • L'Associazione terrà un registro dei Soci, divisi per categoria.


    Art. 10
    (Criteri di ammissione degli associati)


    L'ammissione all'Associazione e' deliberata dal comitato direttivo, su domanda scritta del richiedente.
    Tale domanda comporta l'accettazione di tutte le norme del presente Statuto e di tutte le eventuali modifiche, nonché il pagamento delle quote annuali previste in favore dell'Associazione da parte di ciascun iscritto e l'obbligo di osservare le deliberazioni che, in base al presente Statuto, saranno adottate dai competenti organi dell'Associazione stessa.
    Al fine di semplificare e contenere i costi di gestione dell'Associazione sarà dato ampio spazio alle comunicazioni elettroniche. Medianter i mezzi telematici sarà possibile effettuare le richieste di adesione, i versamenti delle quote associative, le richieste di informazioni, l'inserimento in una banca dati per ricevere le informazioni sull'attività dell'Associazione.
    La custodia dei dati personali sarà vincolata al rispetto delle norme sulla privacy e questi saranno utilizzati esclusivamente per gli scopi e le finalità previste dallo Statuto dell'Associazione.



    Art. 11
    (Diritti degli associati)


    • Gli aderenti all'organizzazione hanno diritto di voto in assemblea. In particolare potranno esprimere il proprio voto per l'approvazione e le modifiche dello Statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi dell'Associazione.
    • Essi hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dallo statuto.
    • Gli aderenti all'organizzazione hanno il diritto di essere rimborsati dalle spese effettivamente sostenute per l'attività prestata, in conseguenza di specifica delibera del Consiglio direttivo e nei limiti stabiliti dalla legge.
    • I soci hanno diritto di partecipare a tutte le riunioni ed iniziative organizzate dalla Associazione. Loro dovere È mantenere interesse continuo verso gli obiettivi e le iniziative proposte.
    • Il diritto di recesso È sempre consentito e si effettua a norma dell'art. 2526 c.c. Si esercita tramite lettera raccomandata A/R ed ha efficacia a chiusura dell'esercizio in corso, se comunicata tre mesi prima e, in caso contrario, con la chiusura dell'esercizio successivo. Questo comporterà la cancellazione dagli archivi dell'Associazione per tutte le attività successive al recesso.


    Art. 11 Bis
    (Obblighi degli associati)


    • I soci devono svolgere la propria attività in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro.
    • Il comportamento verso gli altri aderenti ed all'esterno dell'Associazione, È animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, buona fede, onestà, probità, rigore morale.
    • Le decisioni prese dagli organi sociali in conformità con le disposizioni del presente statuto e della legge obbligano tutti i soci anche se assenti o dissenzienti.


    Art. 12
    (Esclusione)


    • In caso di comportamento del socio difforme dai doveri stabiliti dallo statuto, o recante pregiudizio agli scopi o al patrimonio dell'Associazione, il Consiglio Direttivo dovrà intervenire ed applicare le seguenti sanzioni: richiamo, diffida, espulsione dell'aderente dall'Associazione.
    • L'esclusione È deliberata dal Consiglio Direttivo dopo avere ascoltato le giustificazioni della persona, secondo le disposizioni stabilite dal regolamento.
    • L'esclusione ha effetto dal giorno in cui la relativa comunicazione ben motivata, a mezzo lettera raccomandata A/R, È inviata all'escluso.

    Titolo IV - Organi dell'Associazione
    Art. 13
    (Indicazione degli organi)


    Sono organi sociali dell'Associazione:
    • L'Assemblea dei Soci
    • il Consiglio Direttivo
    • il Presidente
    • il Direttore Scientifico
    • il Collegio dei Revisori dei Conti (su delibera dell'Assemblea)


    Capo I - L'Assemblea dei soci
    Art. 14
    (Composizione, Convocazione, Validità dell'assemblea, Votazione, Funzioni, Verbalizzazioni)


    • Composizione - L'assemblea, regolarmente convocata e costituita, rappresenta l'universalità dei soci. E' l'organo supremo dell'Associazione e le sue delibere, prese in conformità del presente Statuto e degli eventuali regolamenti interni, vincolano tutti gli associati anche se assenti o dissenzienti.
    • Convocazione - Viene fatta dal Presidente almeno una volta l'anno, entro il 31 marzo di ogni anno. La convocazione viene trasmessa con avviso pubblico mediante circolari su posta elettronica, e con affissione all'albo della sede almeno 20 giorni prima della data fissata.
    • Validità dell'assemblea - L'assemblea, ordinaria o straordinaria, È validamente costituita e può deliberare quando interviene la maggioranza degli associati in prima convocazione. L'Assemblea si considera validamente costituita in seconda convocazione e può deliberare qualsiasi sia il numero degli associati intervenuti.
    • Votazione - Ogni Socio, purché in regola con la quota sociale, ha diritto ad un solo voto e può portare una sola delega. Le delibere avvengono con voto favorevole della maggioranza semplice dei soci presenti o rappresentati per delega (pari al 50% +1 dei soci).
    • Funzioni:
      • L'Assemblea ordinaria delibera:
        • sulla nomina del Consiglio Direttivo;
        • sulla nomina, se ne ritiene necessaria la presenza, deCura di attività editoriali finalizzate alla divulgazione delle conoscenze attraverso pubblicazioni scientifiche sull'argomento.


    Capo II - Il Consiglio Direttivo
    Art. 15
    (Funzioni, Composizione, Validità, Durata, Dimissioni)


    • Funzioni - Il Consiglio Direttivo È l'organo esecutivo dell'Associazione. Nel rispetto dei valori e delle formalità previste dall'art. 2 del presente statuto, cura l'ordinaria e la straordinaria amministrazione, l'attività sociale e gestisce i fondi ed i beni dell'Associazione nell'ambito degli indirizzi di massima espressi dall'Assemblea; dà esecuzione a tutte le deliberazioni dell'Assemblea; indica nelle specifiche situazioni le norme di attuazione dello statuto al fine di regolamentare quanto non espressamente previsto; provvederà a portare a conoscenza dei soci le deliberazioni assembleari, l'organizzazione delle attività e dei rendiconti indicandone le forme, i tempi e le modalità; nelle riunioni periodiche delibera l'esclusione dei soci per morosità o indegnità.
    • Composizione - Il Consiglio Direttivo È composto da un minimo di 5 a un massimo di nove membri. I consiglieri sono eletti a maggioranza semplice dall'Assemblea per la durata di due anni. Il Consiglio Direttivo elegge nella sua prima riunione, tra i propri componenti:
    • Il Presidente che assume la rappresentanza legale e negoziale dell'Associazione; convoca e presiede il Consiglio direttivo e l'Assemblea; esercita potere di vigilanza e di coordinamento sulla gestione e sull'amministrazione; È responsabile, unitamente al Consiglio direttivo, dell'attuazione del programma e degli atti amministrativi compiuti in nome e per conto dell'Associazione; adotta in caso d'urgenza i provvedimenti necessari ad evitare pregiudizio all'Associazione, sottoponendoli a ratifica del Consiglio Direttivo, da convocarsi con immediatezza;
    • Il Vice Presidente che svolgerà le funzioni del presidente in caso di suo impedimento o assenza prolungata;
    • Il Segretario-Tesoriere che provvede all'attuazione delle pratiche burocratiche dell'Associazione in collaborazione con il Presidente. Queste riguardano l'aggiornamento dei documenti e dei libri contabili, la redazione dei verbali delle assemblee dei soci, lo svolgimento degli adempimenti fiscali e tributari in linea con le norme vigenti, la redazione del Bilancio Preventivo e Consuntivo, la cura della situazione finanziaria dell'Associazione e il suo rendiconto secondo le indicazioni del Consiglio Direttivo. Provvede alla riscossione delle quote sociali e delle eventuali ulteriori entrate ed al pagamento delle uscite a firma abbinata con il Presidente.
    • Il Direttore Scientifico che svolge funzione di stimolo, suggerimento e indirizzo delle attività progettuali dell'Associazione per il conseguimento degli scopi sociali.
    Tutti i componenti del Consiglio Direttivo dovranno svolgere i compiti loro assegnati in stretta collaborazione tra loro ed in piena intesa con il Presidente.
    • Validità - Il Consiglio Direttivo si raduna almeno ogni sei mesi. E' validamente costituito con la presenza della metà più uno dei suoi componenti e le delibere sono assunte a maggioranza dei voti espressi non tenendosi conto degli astenuti; a parità di voti prevale il voto del Presidente;
    Può essere convocato in seduta straordinaria a giudizio del Presidente, o su richiesta scritta di un terzo dei componenti del Consiglio Direttivo stesso. I membri del Consiglio sono rieleggibili.
    • Durata - I membri del Consiglio Direttivo svolgono gratuitamente la loro attività e durano in carica un anno e possono essere rieletti. Il Consiglio Direttivo può essere revocato dall'assemblea con la maggioranza dei 2/3 dei soci aventi diritto al voto.
    • Dimissioni - Qualora un membro del Consiglio Direttivo presentasse le dimissioni scritte, oppure risultasse assente a tre riunioni consecutive, salvo giustificato motivo, decade e viene sostituito dal primo dei non eletti, che resterà in carica per tutta la restante durata del Consiglio stesso.
    Le dimissioni scritte dei due terzi del Consiglio fanno ritenere dimissionario tutto il Consiglio.



    Capo III - Il Presidente
    Art. 16
    (Il Presidente)


    • Il Presidente È eletto dal Consiglio Direttivo tra i suoi membri ai sensi dell'art. 12 e dura in carica due anni.
    • Al Presidente spetta:
      • la firma sociale e la rappresentanza legale dell'Associazione esercitata in ottemperanza a precise indicazioni del Consiglio Direttivo, a tutti gli effetti, di fronte a terzi e in giudizio;
      • la convocazione e la presidenza del Consiglio Direttivo e della Assemblea dei soci;
      • la competenza sull'inoltro degli atti e delle pratiche associative presso le altre istituzioni e la vigilanza sulla regolare tenuta dei Libri sociali dell'Associazione.


    Capo IV - Il Direttore Scientifico
    (Art. 17)


    Il Direttore Scientifico cura l'osservanza delle disposizioni di legge in relazione ai progetti proposti. Ha il compito di contribuire alla disamina dei progetti per verificarne la congruità con le finalità sociali, valutare le richieste di finanziamento per progetti di ricerca e per l'attribuzione di borse di studio. Comunica le valutazioni e le proposte di finanziamento al Consiglio Direttivo che ne tiene conto in modo vincolante.
    Inoltre ha il compito di consulenza in materia scientifiche di interesse per l'Associazione.
    Il Direttore Scientifico È nominato dal Consiglio Direttivo, sentita l'Assemblea dei soci.
    Il Direttore Scientifico potrà essere affiancato da un Comitato scientifico la cui composizione ed attività verranno definite dall'Assemblea dell'Associazione.



    Capo V - Il Collegio dei Revisori dei Conti
    (Art. 18)
    Il Collegio dei Revisori dei Conti


    Il Collegio dei Revisori dei Conti, se l'Assemblea ne ritiene necessaria la presenza, viene nominato da questa al di fuori del Consiglio Direttivo. Può essere composto da tre soci (oppure membri, anche se non associati), con idonee competenze professionali.
    Dura in carica due anni. Esso È convocato per la prima volta dal Presidente dell'Associazione che, in tale riunione, elegge il proprio Presidente tra i componenti del Collegio stesso.
    Esso ha il compito di controllare la correttezza della gestione economica e patrimoniale dell'Associazione, predisponendo una relazione annuale in occasione dell'approvazione del bilancio consuntivo.



    (Art. 19)
    Gratuità delle cariche


    Tutte le cariche sono gratuite. Ai soci ricoprenti le varie cariche compete solo il rimborso delle spese regolarmente documentate.



    (Art. 20)
    Il Bilancio


    L'anno finanziario inizia il 1º gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Entro il 30 aprile il Consiglio Direttivo sottoporrà all'Assemblea il bilancio consuntivo relativo all'anno precedente ed entro il 31 dicembre il bilancio preventivo relativo all'anno successivo.



    (Art. 21)
    Scioglimento


    • Lo scioglimento dell'Associazione deve essere deliberato con il voto favorevole di almeno due terzi di tutti i soci iscritti all'Associazione aventi diritto di voto.
    • In caso di scioglimento dell'Associazione, per qualunque causa, il patrimonio della stessa dovrà essere devoluto ad altra organizzazione non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l'Organismo di controllori cui all'art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.


    (Art. 22)
    Norme di chiusura


    Per tutto quanto non espressamente indicato in questo Statuto valgono le norme di legge vigenti in materia.




    Scarica lo Statuto: download document